Mondi sottosopra

Mondi sottosopra è il primo Effemeride dedicato al 2009. Illustrato da Giulia Milos e scritto da Ludovica Lugli, parla di Fantastic Mr. Fox e poi viaggia intorno agli hipster, l’avvicinarsi all’età adulta: lo fa con grazia e intelligenza.

Si trova nell’area riservata di tutti i soci. Chi lo volesse leggere non deve fare altro che andare qui e associarsi: ne vale la pena ❤️

Inizia così:

Il 2009 fu un grande anno per il cinema in stop-motion. Uscirono cinque film fatti con questa tecnica: molto più della media annuale da quando lo stop-motion esiste (1,6, secondo una lista di Wikipedia che comincia col 1917) e della media annuale dal 1990 al 2018 (2,8). Soprattutto fu l’anno in cui, per la prima volta, un film in stop-motion fu presentato al Festival di Cannes, sebbene non in concorso, e altri due furono nominati nella categoria del miglior film d’animazione agli Oscar: nessuno dei due vinse, ma del resto era l’anno di Up.

I film in questione sono Panico al villaggio dei belgi Stéphane Aubier and Vincent Patar, Coraline di Henry Selick (già regista di Nightmare Before Christmas e James e la pesca gigante) e Fantastic Mr. Fox di Wes Anderson. 

(…)

In tutti e tre i film – coincidenza – ci sono mondi sottosopra: il mondo subacqueo dei mostri marini, il mondo al contrario in cui le persone hanno bottoni al posto degli occhi e i cunicoli sotterranei in cui si muove un gruppo di animali selvatici per sfuggire a tre malvagi allevatori.